Casi e sentenze di merito

Non configura abuso del diritto la rivalutazione e l’acquisto di azioni proprie

 

Per poter applicare il principio dell'abuso del diritto occorre individuare l’assenza di valide ragioni economiche e la presenza di un indebito vantaggio fiscale. Ciò posto, non può in alcun modo essere iscritto all'abuso del diritto l'acquisto di azioni proprie da parte di una società, previamente rivalutate dall'azionista cedente, trattandosi di un comportamento perfettamente legittimo e previsto dal sistema.

Leggi dopo