Casi e sentenze

I trasferimenti di calciatori sono operazioni soggette all'IRAP

02 Agosto 2017 |

CTR Piemonte

IRAP

 

I trasferimenti di calciatori da una società sportiva all’altra si configurano come cessioni riguardanti il contratto e, pertanto, sono soggette all’IRAP, in quanto si prevede il trasferimento di un diritto equiparabile a quello derivante dalla cessione di beni immateriali che genera plusvalenza rientrante, in ambito tributario, nella determinazione del reddito del soggetto cedente. Le operazioni concernenti il trasferimento di un giocatore si articolano in tre fasi (accordo formale tra le due società con indicazione del prezzo pattuito e il nome del giocatore; la variazione di tesseramento che si basa unicamente sulla produzione dell’accordo precedente in cui l’atleta esprime il suo consenso; un terzo passo formale in cui l’acquirente subentra al cedente con le medesime condizioni previste dal contratto originale), le quali devono ritenersi incluse nelle previsioni di cui all’art. 1406 c.c. (che peraltro prevede anche la variabilità del contratto ceduto) per la cessione di contratto con il conseguente effetto sull’applicabilità dell’IRAP.

Leggi dopo