Homepage

News News

Cresce l’utilizzo della PEC nelle comunicazioni con le parti processuali: ecco i dati relativi al 2020

15 Gennaio 2021 | di La Redazione

Processo telematico

L’utilizzo della PEC costituisce un importante mezzo di accelerazione della tempestività delle comunicazioni con le parti processuali, oltre a contribuire ad un consistente risparmio dei costi di invio rispetto a quelli richiesti dalla raccomandata. Ma il suo utilizzo è effettivamente in crescita?

Leggi dopo
News News

Palazzo Chigi: rinviate le scadenze fiscali e via libera alla relazione sugli obiettivi di finanza pubblica

15 Gennaio 2021 | di La Redazione

Termini di accertamento

Con la riunione n. 91 del 14 gennaio 2021, il Governo ha approvato la Relazione al Parlamento sugli obiettivi di finanza pubblica, da presentare alle Camere ai fini dell’autorizzazione dell’aggiornamento del piano di rientro verso l’OMT. Durante la medesima seduta è stato approvato anche un decreto contenente il rinvio delle scadenze in ambito tributario.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Reato di indebita compensazione e sua consumazione al momento della presentazione del modello f24

14 Gennaio 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cass. pen.

Compensazioni

Il reato di indebita compensazione non presuppone la presentazione della dichiarazione annuale, in quanto si consuma al momento della presentazione del modello F24. Il mancato versamento si realizza infatti in quel momento, per effetto dell'indebita compensazione di crediti in realtà non spettanti.

Leggi dopo
News News

Riscossione di una sanzione amministrativa e regolarità della notificazione

14 Gennaio 2021 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. III, 12 gennaio 2021, n. 270

Sanzioni

L’opposizione a una cartella di pagamento, finalizzata alla riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria irrogata ai sensi del Codice della strada, deve essere proposta, nel termine di giorni trenta a pena di inammissibilità, ai sensi di quanto disposto dall’art. 7 del D.lgs. n. 150/2011 (e non ai sensi dell’art. 615 del codice di rito civile) qualora la parte deduca che la stessa costituisca il primo atto tramite il quale sia venuta a conoscenza della sanzione irrogata, in ragione della nullità ovvero dell’omissione della notificazione del processo verbale di accertamento della violazione del Codice della strada.

Leggi dopo
Focus Focus

Il debitore assoggettato a liquidazione giudiziale: capacità processuale e limiti soggettivi del giudicato tributario

13 Gennaio 2021 | di Stanislao De Matteis

Capacità processuale e rappresentanza

A distanza di oltre settant'anni dall'entrata in vigore della legge fallimentare ancora non sono del tutto chiari i rapporti tra il processo tributario, la legittimazione processuale del curatore e quella suppletiva del debitore entrato in procedura. Lo stato dell'arte non è destinato a mutare con il Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, la cui entrata in vigore è stata differita all'1 settembre 2021, che continua a non disciplinare i rapporti tra la giurisdizione tributaria e quella ordinaria. L'Autore, interrogandosi sulla soggettività passiva del rapporto fiscale e sull'acquisizione da parte della procedura delle utilità sopravvenute alla sua apertura, va alla ricerca di una soluzione che, nel contemperare le caratteristiche del giudizio tributario, le esigenze di tutela del debitore e le finalità dell'accertamento del passivo, tiene conto del limitato interesse del curatore ad impugnare l'atto impositivo.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

I diversi crediti confluiti nel ruolo esattoriale determinano un effetto novativo

12 Gennaio 2021 | di La Redazione

CTR Lombardia

Comunicazioni e notificazioni

La confluenza dei singoli diversi crediti nel ruolo esattoriale (del quale la cartella di pagamento ne è strumento di notificazione ex art. 21, 1, D.Lgs. n. 546/1992) è idonea a determinare un effetto novativo, ritenendo altresì che tutte le singole autonome poste esattoriali si fonderebbero in un unico indistinto credito...

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

IMU: non opera il beneficio in caso di utilizzazione indiretta, pur se assistita da finalità di pubblico interesse

11 Gennaio 2021 | di La Redazione

CTP Ancona, sez. I

IMU

L'esenzione IMU opera alla presenza di due condizioni: l'utilizzazione diretta degli immobili da parte dell'ente possessore e l'esclusiva loro destinazione ad attività peculiari che non siano produttive di reddito.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

È nulla, non inesistente, la notifica del ricorso tributario tramite posta privata

11 Gennaio 2021 | di Antonio Scalera

Cass. Civ.,

Comunicazioni e notificazioni

Nel periodo intercorrente tra la parziale liberalizzazione attuata con il D.Lgs. n. 58/2011 e quella portata a compimento dalla Legge n. 124/2017 la notifica del ricorso tributario tramite licenziatario privato è nulla, non inesistente, ed è, perciò, sanabile per raggiungimento dello scopo in virtù della costituzione della parte resistente.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Le insegne commerciali e l'imposta comunale sulla pubblicità

08 Gennaio 2021 | di Francesco Martin

CTP Udine

Imposta sulla pubblicità

Ai fini tributari la sede dell'impresa si identifica attraverso i criteri civilistici di natura formale e sostanziale con la conseguenza che, con riferimento all'imposta comunale sulla pubblicità, le c.d. insegne di esercizio devono essere considerate insegne pubblicitarie qualora le stesse svolgano una funzione di pubblicizzazione.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Contraddittorio

07 Gennaio 2021 | di Francesco Pedaccini

Con l'espressione "contraddittorio" si fa riferimento nell'ambito tributario alla partecipazione del contribuente alla fase istruttoria del procedimento (prima, cioè, dell’emissione dell’atto impositivo finale), mediante la presentazione di documenti, memorie e informazioni di vario genere. Si tratta, perciò, di un contraddittorio “procedimentale”, che precede (e aspira ad eliminare) il contraddittorio giudiziale. Simile partecipazione è preordinata alla migliore realizzazione del diritto di difesa del contribuente e, al contempo, è funzionale all'efficienza, all'imparzialità e al buon andamento dell’azione amministrativa, che deve tendere all'emissione di accertamenti ben fatti, non suscettibili di essere sconfessati in sede contenziosa.

Leggi dopo

Pagine