Homepage

News News

Non tassabile come area fabbricabile la cessione di fabbricato da demolire con successiva ricostruzione a cura dell’acquirente

13 Settembre 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., 6 settembre 2019

Plusvalenze

Il provento che si origina da un atto di permuta con cessione di un fabbricato con riferimento al quale, in data precedente la cessione, era stato rilasciato permesso di costruire previa demolizione del fabbricato esistente non deve essere tassato come plusvalenza da cessione di area edificabile.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Aliquota interna anche per la società controllata estera

12 Settembre 2019 | di La Redazione

CT II° Trento

Società controllate e collegate

L'art 167 del TUIR ha natura chiaramente antielusiva e riguarda le società controllate estere, nel senso che il reddito prodotto dalla società controllata estera viene trattato come reddito della controllante e quindi assoggettato all'aliquota interna...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Libera circolazione dei capitali: parità di trattamento tra dividendi in uscita e distribuiti a società residenti

12 Settembre 2019 | di Giancarlo Marzo, Jennifer Fuccella

CTR Abruzzo

Dividendi

Per l'applicazione sui “dividendi in uscita” della ritenuta alla fonte ridotta prevista dall'art. 27, co. 3-ter, d.P.R. n. 600/1973 (attualmente dell'1,20%), in luogo di quella prevista dall'art. 27, co. 3, d.P.R. n. 600/1973 (oggi del 27%), la società percettrice - residente in uno degli Stati membri dell'Unione Europea o degli Stati aderenti all'Accordo SEE - è tenuta, esclusivamente, alla dimostrazione dell'effettiva tassazione del flusso reddituale nel Paese di residenza. Eventuali contestazioni relative alla qualità di conduit company del soggetto percettore ovvero all'esistenza di costruzioni abusive volte a celare la residenza “extra-territoriale” del beneficiario effettivo del dividendo, devono essere dimostrate dall'Amministrazione finanziaria

Leggi dopo
News News

Per richiedere una riduzione della tassa sui rifiuti, la società deve provare i lamentati disservizi nella raccolta

11 Settembre 2019 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Tares

Una società proponeva ricorso alla CTP avverso l’avviso di pagamento per TARES, lamentando il mancato espletamento da parte del Comune del servizio di smaltimento rifiuti nella zona in cui si trovavano i locali aziendali. La società fu poi costretta a ricorrere ad una società terza per lo smaltimento.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Il giudizio di inerenza prescinde dalla non congruità dei costi

11 Settembre 2019 | di La Redazione

CTP Modena

Affidamento e buona fede del contribuente

Non è sufficiente ritenere eccessive alcune spese sostenute da uno studio di professionisti per considerare le stesse indeducibili...

Leggi dopo
Focus Focus

La responsabilità solidale degli eredi per le obbligazioni tributarie del defunto e i risvolti nel contenzioso

11 Settembre 2019 | di Andrea Passini

Eredità giacente

La morte di una persona ha indubbi risvolti personali, ma determina anche effetti fiscali che possono determinare diverse problematiche nel caso in cui il defunto fosse debitore di imposte o tasse e/o fosse stato in vita destinatario di atti di contestazione da parte dell'Amministrazione Finanziaria. Gli eredi possono diventare responsabili per il pagamento dei debiti tributari facenti capo allo stesso, per cui è bene esaminare, nei vari atti di contestazione, come essi ne sono coinvolti e se vi è la possibilità di evitare il coinvolgimento dei loro beni personali.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Operazioni inesistenti: discrimine di deducibilità dei costi ai fini delle imposte sui redditi e dell'IVA

09 Settembre 2019 | di Ignazio Gennaro

CTR Sicilia, Palermo

Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti

La fatturazione per operazioni “soggettivamente” inesistenti presuppone che le operazioni siano state effettivamente effettuate, ma tra soggetti diversi da quelli risultanti dalla fattura. Ne consegue l'inammissibilità logico - giuridica di poter considerare “soggettivamente” inesistenti operazioni mai avvenute: quindi “oggettivamente” inesistenti. La distinzione tra le due fattispecie di operazioni inesistenti, “soggettivamente” o “oggettivamente”, rileva ai fini delle diverse conseguenze fiscali in materia di IVA e di Imposte dirette.

Leggi dopo
Focus Focus

Registrazione in caso d'uso: nozione e problemi applicativi

06 Settembre 2019 | di Andrea Pisillo Mazzeschi

Imposta di registro

Queste note hanno ad oggetto il caso d'uso nell'imposta di registro e, più in particolare, l'analisi di alcuni problemi applicativi che derivano dalla nozione e dalla disciplina, entrambe piuttosto incerte, di detto istituto. L'opportunità della ricerca deriva dal fatto che i contributi della dottrina e della giurisprudenza sul tema sono limitati e si prestano a diverse interpretazioni.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Via libera al transfer price nel caso di dilazione di pagamento

06 Settembre 2019 | di La Redazione

CTR Emilia Romagna

Interessi

La disciplina di transfer price (art. 110, comma 7 Tuir) trova applicazione anche nel caso di dilazione anomala di pagamento concessa alla controllata estera che, realizzando indirettamente una operazione finanziaria...

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Mancato riversamento del PREU: la posizione del gestore di una “sala slot”

06 Settembre 2019 | di Jacopo Lorenzi

Redditi diversi

Il gestore di una sala slot può essere qualificato incaricato di pubblico servizio con riferimento agli incassi e al mancato versamento al concessionario del prelievo erariale unico (cd. PREU)?

Leggi dopo

Pagine